Editoria FIE:
Federazione Italiana Escursionismo
Cerca
Close this search box.

Marcia di regolarità: dal Veneto…

A cura di Maria Grazia De Bortoli

Con la gara disputata a Restena di Arzignano in data 15 ottobre 2023 si è concluso il Campionato Regionale Veneto di marcia di regolarità.

Il campionato Veneto ha visto lo svolgimento di 7 gare per la specialità individuale e ha incoronato come Campione Veneto 2023 Fabio Nardi (GSDS San Zenone), seguito da Lorenzo Guizzo (Ana Valdobbiadene) e Paolo Torresan (GSDS San Zenone). Per la categoria Juniores il Campione Regionale è Riccardo Torresan (GSDS San Zenone).

La specialità a coppie ha visto vincitori Carlo Cecchetto e Paolo Torresan (GSDS San Zenone) seguiti da Antonello Andreatta (GSA Possagno) e da Riccardo Torresan e Janette Minato (GSDS San Zenone).

È stato un anno che ha visto coinvolti nell’organizzazione delle gare tutte le società che praticano la marcia in Veneto, e che ha avuto la presenza anche di concorrenti provenienti dalle altre regioni, Piemonte e Lombardia, che hanno di sicuro dato una spinta in più ai numeri di partecipanti alle nostre gare.

A questo proposito troviamo utile il creare un calendario che non abbia tante gare che si accavallano nella stessa data e interessante mantenere anche per i prossimi anni il Campionato Interregionale che è stato inserito da quest’anno e considera pel la sua classifica considera i migliori risultati di due gare svolte nella propria regione di tesseramento, più una gara per le altre due regioni (2 gare in Veneto + 1 gara in Lombardia + 1 gara in Piemonte). Per il Veneto, sale sul 2° gradino del podio Paolo Torresan (GSDS San Zenone).

Il Veneto è stata la regione organizzatrice dell’appuntamento più importante della stagione e cioè il Campionato Italiano per Associazioni, che ha visto la partecipazione di un buon numero di concorrenti provenienti dalle Associazioni FIE che praticano la marcia di regolarità nel primo fine settimana di settembre. Due gare valide sia per il punteggio per il Campionato Associazioni,  ma anche come prove uniche di Campionato Italiano individuale e a Coppie. Formula azzeccata, come già successo sei anni fa, l’aver riunito tutti i partecipanti in un’unica struttura, creando così dei bei momenti di condivisione e aggregazione. In attesa di sviluppare nell’immediato futuro il calendario della stagione 2024, ringrazio quanti si sono impegnati, durante l’anno agonistico appena concluso, per organizzare le gare e per mantenere viva l’attività all’interno delle proprie associazioni.