Editoria FIE:
Federazione
Italiana
Escursionismo

Lorenzo Schia, nell’undicesima tappa sull’E7, si trova ancora sul fronte della Grande Guerra

Anche martedì 13 settembre 2022 il cammino di Lorenzo Schia sul Sentiero Europeo E7 si è snodato nei luoghi dove la memoria della Prima guerra mondiale è particolarmente vivo. Un nome su tutti: Ortigara, il monte su cui gli Alpini nel 1920 collocarono la celebre “Colonna mozza”, quella con la scritta “Per non dimenticare”, a perenne memoria dei loro caduti.

Lorenzo Schia nei pressi della “Colonna mozza”

Per Lorenzo le emozioni, fra paesaggi incantevoli e peso della storia, sono intense, come possiamo intuire dai brevi filmati che ci invia e dalle parole di descrizione della tappa che ci invia quotidianamente:

Oggi tappona!, partenza dal Rifugio Barricata e arrivo vicinanze Lavarone.
Una tappa con poco dislivello e quindi mi ha permesso di tornare a percorrere tanti km alla mia maniera.
Non sono mancati però i momenti per soffermarmi a guardare i panorami che mi circondavano. Superata la prima parte dove vedevo solo alberi divelti, ho iniziato a salire ed è ritornato lo scenario delle zone legate alla grande guerra.
L’arrivo nella vicinanza del monte Ortigara, mi ha mostrato ancora resti di un probabile campo base e zone di avvistamento. Proseguo ed una statua altissima con una madonna posata sulla colonna, guarda un monte, sono ormai arrivato all’Ortigara! Salgo e di li a poco noto il famoso cippo che mi aspettavo.
Tempo di soffermarmi a guardare quello che mi circonda e riparto in direzione cima 12, li si apre uno scenario a cui non ero abituato, un sentiero lunghissimo che attraversa diverse vallate, niente verde ma tanta roccia, quasi come un paesaggio lunare.
Arrivo al monte Kampel e dalla vetta subito un spettacolo immenso che mi fa assaporare l’altezza. Giro un video perché quello che vedo voglio ricordarmelo e poi giù verso la malga Larici, non ho pranzato e vedere tutti quei formaggi… la sosta è d’obbligo.
Sono in netto anticipo sull’orario che mi ero prefissato, quindi la zona di Lavarone è vicina, si riparte.

Passiamo quindi ai preannunciati filmati per poi proseguire, come di consueto, con la mappa della posizione di Lorenzo e con la rassegna fotografica.

Articoli correlati

Facebook
Twitter